Dipendenza dai bottini: i pericoli dei bottini


I bottini stanno confondendo i confini gioco e gioco d’azzardo. In questo articolo imparerai cosa sono le loot box, i pericoli nascosti delle loot box e le storie di persone con dipendenza da loot box.

I bottini sono apparsi per la prima volta nei giochi all’inizio degli anni 2010. Oggi sono presenti nella maggior parte dei giochi, in particolare nei giochi free-to-play, come mezzo di monetizzazione.

La maggior parte dei giochi usa le loot box per vendere solo oggetti cosmetici, ma alcuni sviluppatori usano le loot box per dare ai giocatori che pagano per loro un vantaggio sugli altri giocatori, creando uno scenario cosiddetto “pay-to-win”.

Ma cosa sono esattamente le loot box, come sono progettate e perché sono pericolose per i giocatori?

Cosa sono le Loot Box?

I bottini sono beni virtuali che contengono oggetti e ricompense per il divertimento dei giocatori. Questi oggetti possono essere oggetti cosmetici, che migliorano il personaggio del giocatore o danno a un giocatore un vantaggio per vincere.

I giocatori possono acquistare bottini con valuta virtuale (acquistata con denaro reale) o guadagnare bottini attraverso il gioco. Questa meccanica incoraggia i giocatori a giocare più spesso e per periodi più lunghi perché più giocano, più possono ottenere. In alternativa, se il tempo è limitato, possono spendere soldi per aggirare i requisiti di tempo di gioco.

A volte gli oggetti all’interno di questi forzieri sono bloccati e devono essere sbloccati con una chiave, come con Counter-Strike: Global Offensive. Una chiave viene acquistata con denaro reale per aprire una loot box guadagnata durante il gioco.

Gli oggetti all’interno delle loot box sono disponibili in diversi livelli di rarità, dagli oggetti base a quelli rari e persino leggendari. Più un oggetto è raro, più denaro potresti dover spendere per vincere l’oggetto o potrebbe essere costoso acquistarlo su mercati di terze parti. Gli oggetti rari possono spesso essere venduti per migliaia di dollari.

mercato del vapore

Alcuni giochi ti consentono di vendere o addirittura scommettere oggetti che hai guadagnato o acquistato su mercati di terze parti con denaro reale, portando a una cultura tossica del gioco d’azzardo all’interno dei giochi che offrono bottini tramite pelli gioco d’azzardo e scommesse sugli eSport. Alcuni paesi, come il Regno Unito, hanno ha chiesto che i bottini fossero classificati come giochi d’azzardoche potrebbe, si spera, aiutare a risolvere il problema.

Prevalenza del bottino

I bottini hanno iniziato ad apparire nei giochi alla fine degli anni 2000, principalmente nei giochi gratuiti come strategia di monetizzazione.

Tuttavia, l’inclusione di loot box ha portato a un livello completamente nuovo con Star Wars: Battlefront, un gioco sviluppato da Electronic Arts.

Star Wars: Battlefront costava il prezzo intero per un gioco tripla A, ma includeva ancora bottini che davano ad alcuni giocatori un vantaggio rispetto ad altri giocatori. Naturalmente, i giocatori si sono presto ribellati al gioco e allo sviluppatore, costringendoli a farlo drop box bottino pochi anni dopo.

Questo è solo uno dei casi in cui i bottini stanno causando polemiche. Ovviamente, EA è in prima linea in questo fenomeno, ma al giorno d’oggi quasi tutti i giochi che escono seguono una strategia simile.

Loot box lo sono presente nella stragrande maggioranza dei giochi moderniCompreso:

  • 58% di tutti i videogiochi sul Google Play Store
  • 59% dei migliori giochi per iPhone
  • 36% dei giochi sul negozio Steam
  • 1% dei giochi Android di età superiore ai 12 anni
  • 9% dei giochi per iPhone dai 12 anni in su.

Inoltre, le loot box si trovano nel 93% di tutti i giochi classificati 12+ e il 40% di tutti i giocatori ha aperto loot box nella propria cronologia di gioco almeno una volta. Queste statistiche mostrano l’entità delle loot box nei videogiochi e il loro rischio per i giovani vulnerabili ai problemi di gioco.

12 su 13 studi condotti sul gioco e il gioco d’azzardo per quanto riguarda le loot box mostrano un legame tangibile tra i due. Questi studi mostrano anche che le loot box agiscono come una “spinta psicologica” che incoraggia le persone a comprare più scatole e giocare d’azzardo nella vita reale.

I bottini sono progettati per creare dipendenza

I premi che provengono dalle loot box sono casuali. A questo proposito, sono simili alle slot machine e ad altri prodotti di gioco d’azzardo perché i giocatori rischiano denaro per avere la possibilità di ottenere una ricompensa.

I bottini influenzano il tuo cervello in modo simile a come fanno le slot machine (Whyte, 2019):

  • I premi sono distribuiti casualmente
  • I valori dei premi sono variabili
  • Segnali audio e visivi simili
  • Fornire incertezza che fa andare avanti i giocatori.

I bottini si rivolgono a individui psicologicamente vulnerabili e aperti all’idea di giocare d’azzardo e acquistare casse di bottino.

Con lo sviluppo della tecnologia e dei social media, le società di gioco sono migliorate nel prendere di mira i giocatori vulnerabili. Ad esempio, alcuni sviluppatori di giochi utilizzeranno i dati dei social media per rilevare quali giocatori sono aperti all’acquisto di contenuti di gioco e i loro interessi particolari per soddisfare tali interessi e renderli più interessati all’acquisto.

Inoltre, alcune aziende come Yodo1, ad esempio, utilizzare algoritmi per trovare “balene” che spenderebbero soldi in bottini. Questo algoritmo trova persone disposte a pagare centinaia o addirittura migliaia di dollari in casse di bottino, massimizzando il profitto per la società di giochi. Il CEO di Yodo1, Henry Fong, ha condiviso che “l’accuratezza nel raccogliere potenziali balene dopo 14 giorni era di circa l’87%. Pensiamo di poterlo portare fino a circa il 95%”.

Il collegamento tra gioco, gioco d’azzardo e bottino

gioco e gioco d'azzardo

Secondo a studio di Zendle et al. dal 2020le loot box collegano il gioco problematico e il gioco compulsivo.

Lo studio ha scoperto che mentre le loot box erano solo uno dei meccanismi che legano gioco e gioco, è uno dei più efficaci. Su oltre 1000 casual gamer che hanno partecipato allo studio, il 18% ha aperto bottini e giocato in modo compulsivo, suggerendo un legame tra i due.

Diversi indicatori ci dicono che i giocatori problematici sono anche quelli che hanno maggiori probabilità di impegnarsi anche nel gioco compulsivo in-game.

Un indicatore è che l’industria dei giochi si concentra maggiormente sulle persone che giocano eccessivamente e già si impegnano in comportamenti che creano dipendenza. Di conseguenza, li vedono come i più propensi ad acquistare bottini e altre funzionalità del gioco d’azzardo in-game.

Gli esperti del settore vedono il “5% cruciale dei giocatori” che spendono tra $ 70 e $ 100 al mese sui bottini come pubblico ideale su cui concentrarsi. Di conseguenza, le società di gioco concentreranno i loro sforzi di marketing su questo 5% di giocatori, portando a potenziali problemi di gioco e gioco peggiori.

Tuttavia, nonostante molti studi su questo argomento, è ancora un’area nuova e sono necessarie ulteriori ricerche per mostrare un legame definitivo tra gioco e gioco d’azzardo.

Bottino FIFA

bottini fifa

Uno dei bottini di giochi più famosi è FIFA, un gioco di calcio creato da Electronic Arts.

Il gioco contiene una modalità chiamata Ultimate Team. In questa modalità, i giocatori competono contro altri giocatori assemblando un elenco di giocatori virtuali. Migliori sono i giocatori della tua squadra, maggiori sono le tue possibilità di vincita. I giocatori virtuali si ottengono dai pacchetti di carte, che sono una meccanica del bottino in FIFA.

Poiché ottieni giocatori tramite pacchetti di carte randomizzati, crea un ambiente “pay-to-win” in cui i giocatori possono acquistare i migliori giocatori tramite loot box, portandoli a spendere centinaia e persino migliaia di dollari per queste scatole. Di conseguenza, molti giocatori decideranno di continuare ad acquistare pacchetti di carte aggiuntivi per cercare di assicurarsi giocatori migliori se non hanno ancora ricevuto i giocatori che desiderano.

Di 38% di tutti i giocatori hanno ammesso di aver speso soldi reali per ottenere un vantaggio in FIFA: alcuni hanno speso più di $ 80.000, mentre un giocatore ha ammesso di aver speso oltre $ 280.000 in punti FIFA per loot box. È pazzesco!

Electronic Arts è stata accusata di aver aggirato le leggi sul gioco d’azzardo attraverso la loro meccanica di bottino.

Ad esempio, i paesi come Belgio e Germania stanno vietando i bottini e uno dei motivi principali che hanno citato sono stati i famigerati bottini della FIFA, che questi governi vedono come una forma di gioco d’azzardo.

I giocatori e i critici spesso menzionano anche che Electronic Arts non si concentra più su altre modalità perché non sono redditizie per l’azienda, cosa che l’azienda è non ha paura di ammettere. Ad esempio, FIFA Ultimate Team rappresenta il 27% delle entrate complessive dell’azienda per Electronic Arts: una cifra sbalorditiva! FIFA e il suo Ultimate Team sono quindi il primo esempio dell’impatto negativo delle loot box sui giochi e sui loro giocatori.

Pericoli dei bottini

“La mia dipendenza erano le slot machine, che sono regolamentate nel mio paese. E dopo anni di dipendenza, mi sono liberato e ho smesso. I bottini hanno ricominciato tutto da capo. Ha esattamente lo stesso trigger di dopamina e la stessa programmazione di una slot machine. I colori freddi e gli effetti sonori soddisfano i dipendenti”. -Mo Kalifì

Gli sviluppatori di giochi negheranno che i bottini siano pericolosi. Tuttavia, tutte le prove puntano nella direzione opposta.

La ricerca, condotta dall’Università di Wolverhampton (Close & Lloyd, 2021) e dall’Università di Plymouth nel Regno Unito, ha rilevato che:

  • Il 93% dei bambini gioca regolarmente e il 25-40% ha acquistato un bottino.
  • Circa il 5% degli acquirenti di bottini spende più di $ 100 al mese (o l’equivalente locale).
  • Quasi un terzo di questi primi 5% di spender rientrano nella categoria “giocatore d’azzardo problematico”.
  • 12 su 13 studi sull’argomento hanno stabilito connessioni “non ambigue” con il comportamento problematico del gioco d’azzardo.
  • Maggiore è il coinvolgimento di un giocatore nelle loot box, maggiore è il suo punteggio sui sintomi del gioco problematico.

Le società di giochi puntano i bottini a una fascia demografica specifica, prevalentemente giovani maschi con una maggiore probabilità di farlo disturbo del gioco. Di conseguenza, i bottini stanno diventando un problema crescente.

Dipendenza da bottino

Il gioco d’azzardo con bottino si sta normalizzando attraverso i videogiochi e gli sviluppatori stanno sfruttando i giocatori vulnerabili.

Storie di individui che lottano con la dipendenza da loot box sono spesso presenti nei media e nel nostro Posta in arrivo di Game Quitters.

Jonathan Peniket, uno studente universitario in Inghilterra, ha condiviso di aver speso soldi per aprire pacchi con il BBC. Dopo che “è stato fortunato un paio di volte”, questo lo ha portato a spendere sempre più soldi in quattro anni, cercando lo stesso entusiasmo che provava prima.

“Con il passare del tempo, stavo diventando sempre più riservato a riguardo. Compravo un buono da un negozio di High Street e lo nascondevo nella mia stanza, così i miei genitori non scoprivano quanto stavo spendendo. Spendevo 30 sterline alla volta, poi 40 sterline, poi 50 sterline. Quando la mia carta ha iniziato a bloccare le mie transazioni, stavo lanciando 80 sterline nel gioco quattro o cinque volte a notte. Avevo speso quasi 3.000 sterline”.

Un’altra storia viene da una famiglia che ha scoperto che i loro figli hanno svuotato i loro conti bancari giocando a FIFA quando hanno speso quasi £ 550 in tre settimane per acquistare pacchetti giocatore. Anche dopo aver speso £ 550, non hanno mai avuto il loro giocatore preferito, Lionel Messi.

I genitori dovrebbero stare attenti e monitorare le spese di gioco dei loro figli. Per consigli pratici per la tua famiglia, leggi la nostra guida su Spesa in-game: consigli per proteggere la tua famiglia.

La spesa eccessiva per i bottini è un problema così grande che uno studio della Royal Society of Public Health ha scoperto 1 giovane giocatore su 10 si indebita acquistando bottini. Hanno anche scoperto che il 15% dei giovani giocatori aveva preso soldi dai genitori senza il loro permesso per acquistare bottini.

La dipendenza da bottino si applica a studenti universitari e giovani giocatori e giocatori di tutte le età. Ad esempio, George Proud ha speso quasi £ 700 in bottini in un solo mese. Ha condiviso che “nel tempo, scommetterai soldi cercando di ottenere l’oggetto che desideri”.

A Singapore sono state trovate storie di dipendenza da loot box, con un giocatore spendendo $ 20.000 dei soldi dei suoi genitori in scatole misteriose.

Aiuto per la dipendenza da bottino

Se tu o qualcuno vicino a te soffri di dipendenza da loot box, l’aiuto è disponibile. Abbiamo un team di specialisti che può supportarti per tornare sulla strada giusta e migliorare la tua salute mentale e il tuo benessere.

I nostri programmi per smettere di giocare possono aiutarti a educarti con strategie pratiche per superare i problemi di gioco:

Puoi anche parlare con a terapeuta della dipendenza da videogiochi. Abbiamo terapisti in tutto il mondo, inclusi professionisti formati specificamente sul legame tra gioco e gioco d’azzardo e su come aiutare qualcuno a superare una dipendenza da bottino o problemi di spesa.

Per i professionisti che vogliono capire meglio la convergenza di gioco e gioco d’azzardo e come trattare il disturbo del gioco, controlla il INTENTA Formazione clinica sul disturbo da gioco.